24 gennaio 2008

Un Altro Governo e' Caduto..

La situazione in Italia e' ormai fuori controllo. Non credo che possiamo piu’ definire una democrazia moderna un paese nel quale un ministro (e moglie) accusato di corruzione può decidere di far cadere un governo come ripicca per il mancato “completo appoggio”. Il tutto avviene in uno dei momenti piu' critici dell'economia mondiale (e soprattutto Italiana) dal 2001. Cio' dimostra il completo disinteresse (forse ignoranza?) riguardo la situazione economica globale, segno che i nostri politici si sono isolati in un mondo dorato, incapaci di decifrare cio che serve al nostro paese. Un domanda mi viene naturale: ma a cosa servono i politici in una democrazia moderna? A dare una linea di politica e di politica economica, per tracciare un cammino per il futuro di milioni di persone. Cosa abbiamo ottenuto in Italia negli ultimi 10 anni? Nulla. Litigi, smembramenti, mancanza di visione globale e per finire anche corruzione. C'e’ bisogno di un cambiamento radicale del sistema Italia (cio che abbiamo sostenuto da molto tempo), dato che purtroppo la nostra democrazia si sta sfasciando sotto ai nostri occhi. E’ un circolo vizioso che non si interrompera' fino a quando si vedranno “shock esogeni”. La risposta siamo noi giovani, dobbiamo fare sì che i politici cambino rotta, o meglio che cambino del tutto.

4 commenti:

Anonimo ha detto...

Ciao, sono Filippo un giovane italiano, ci tengo a dirlo, perchè anche se tutti mi scambiano fisicamente per tedesco io sono italiano, e sono fiero di esserlo; almeno così pensavo.
L'italia è allo sbando totale, gli unici che ancora non sembrano accorgersene sono i nostri rappresentanti istituzionali,perchè infondo è quello che dovrebbero essere..i nostri rappresentanti.
Bene io non mi sento rappresentato da nessuno, ne di sinistra ne di destra e ne di centro.
Oggi assistiamo all' ennesimo giorno di vergogna parlamentare.
Mi è piaciuto il tuo articolo, e il finale è molto intelligente:"la risposta sono i giovani"..ma dove siamo?perchè non cè un partito gestito da persone non oltre i 50anni, che non sia affiliato con i grandi partiti di destra o sinistra..perchè Beppe Grillo non ha un partito?perchè non si vedono facce nuove in politica?la realtà è che forse a noi il sistema va bene così..o se non altro è di sicuro più facile mantenere le cose così, che non cercare di cambiarle..
questa è la mia semplice opinione, spero di non essere stato noioso,offensivo o quantaltro, grazie di aver creato questo sito!. giovani e meno giovani...fatevi sentire, l'italia siamo noi

Antonio60 ha detto...

Carissimi giovani,
destra, centro, sinistra sono tutti uguali, chi è al potere da quando è nata la seconda repubblica ha creato un sistema parassitario buono solo a succhiare il sangue ai lavoratori.
Bisogna buttare per terra questo castello di parole, di propaganda, di persone che non realizzano nulla, che sono solo capaci di criticare l'operato degli altri. Il politico deve tener conto dei diritti del cittadino(lavoro,ordine pubblico, sanità,giustizia,ecc) negli ultimi anni il politico pare sia concentrato solo a ricordare quelli che sono i doveri(tasse,tributi,sacrifici,precariatoecc.).Io penso che chi decide di candidarsi a fare il politico debba essere sottoposto ad una rigorosa regola, quella di essere valutato anno per anno in base ai risultati all'impegno profuso e sopratutto ai risultati.
Forza allora, mandiamoli a casa questi irresponsabili.

Anonimo ha detto...

io non ho parole...ancora una volta gli squallidi egoismi hanno vinto, almeno per quanto riguarda la nostra classe politica... l'ex ministro della repubblica (abbinare ministro della giustizia e mastella mi ha fatto sempre orrore) ha gettato al vento ancora una volta l'italia per suoi biechi interessi e adesso siamo qui, così, annichiliti.
Per quanto mi riguarda Prodi ha guadagnato 100 punti a presentarsi anche al senato, dando prova del rispetto che bisognerebbe portare alle istituzioni repubblicane e al loro ruolo.
I giovani dove sono, ci si chiede in un messaggio precedente, posso rispondere io: sono spossati,non ce la fanno più,forse si sono arresi,abituati a subire contratti lavorativi da "la sai l'ultima?", credono che non ci sia più speranza.
Ho sempre creduto nelle istituzioni, negli ideali di legalità, giustizia, altrimenti non avrei studiato giurisprudenza. Ho sempre criticato chi rifiutava di andare a votare, motivando tali critiche con "senso dello stato", "responsabilità verso noi stessi e le istituzioni", "dovere civico", "prova di legalità"...
Dopo tutto quello che si è visto e sentito vi dico che annullerò il mio voto, perché tanto non c'è differenza tra destra e sinistra, quando si tratta di rubare non c'è schieramento che tenga.
Ma non mi sento del tutto sconfitta da questi avvoltoi: ho scoperto questo sito per caso, quanti siete/siamo qui? perché non ci organizziamo per una manifestazione,qualcosa che dia visilibità a questo malcontento ? è da un po' che ci penso. In realtà pensavo ad un'azione dimostrativa (dimostrativa nel senso di visibile) davanti al parlamento,avevo anche mobilitato una trentina di persone disposte a seguirmi, ma poi non si è fatto più nulla.
Grazia

Marco Spaltro ha detto...

Ciao Grazia,
il movimento e' stato creato proprio per riunire tutte le forze dei giovani Italiani (ne' di destra ne' di sinistra), per cambiare il nostro paese, e in futuro governarlo. Ti invito a scriverci a giovanitaliani@gmail.com, in modo da tenerci in contatto. Abbiamo bisogno di persone come te Grazia, che non hanno perso la voglia di lottare per un paese migliore.